CHIARA FERRAGNI Slip On donna beige quellogiusto grigio Pelle 4IWkteZDKa

SKU-112860-foc912
CHIARA FERRAGNI Slip On donna beige quellogiusto grigio Pelle 4IWkteZDKa
CHIARA FERRAGNI Slip On donna beige quellogiusto grigio Pelle
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Il Parco divertimenti della Puglia

­

13 Giu Fare da soli o affidarsi ad un’agenzia di comunicazione?

Postato alle 17:00h in Marketing da FLLI BRUGLIA CALZATURE yoox bianco I0aE85
0 commenti

Tanti si chiedono il perchè sia utile affidarsi ad un’agenzia di comunicazione a e talvolta la risposta è la seguente “posso benissimo fare da solo oppure chiamare un mio collaboratore solo quando mi serve” . Molti pensano che è un’attività marginale che molto spesso si può fare da soli quando si ha tempo o affidarla a qualche amico. Alcune aziende ritengono che non serve affidarsi ad un’agenzia di comunicazione ma che possono benissimo arrangiarsi internamente. Così la conseguenza è che non si pianifica nulla, poichè non si ha nè il tempo nè le risorse per farlo, e non si riesce ad elaborare una vera e propria strategia di marketing. Ma tutti sappiamo che pianificare una strategia di marketing operativo è fondamentale.

“posso benissimo fare da solo oppure chiamare un mio collaboratore solo quando mi serve”

Mai come in questi tempi di veloci cambiamenti, dove le esigenze ed i bisogni mutano costantemente, è necessario comprendere e studiare l’evoluzione dei bisogni del consumatore, per preparare una strategia che giochi d’anticipo e risulti efficace in termini commerciali.

Più saremo precisi nel definire il ‘consumatore tipo’ ( la nostra Buyer Persona) più performante sarà la nostra azione commerciale.

Ecco alcuni motivi per cui secondo noi è fondamentale affidarsi ad un’agenzia di comunicazione competente.

1. Approccio strategico globale

Pianificare tutto, ma proprio tutto, aiuta ad anticipare la direzione del successo:

Dobbiamo avere bene in mente che le parole chiave che sono alla base di una buona strategia di marketing, e pertanto di un’agenzia di comunicazione competente, sono analisi, obiettivi, strategie, pianificazione. È fondamentale adottare un approccio strategico globale che coordina e gestisce i vari elementi che compongono il progetto, piuttosto che una somma d’azioni incoerenti e scoordinate tra loro. Un’agenzia di comunicazione parte da qua, cerca di immaginare lo strumento come parte di un tutto che opera per rafforzare il nostro business, ha una visione strategica e pianifica un piano di comunicazione integrata su misura.

2. Competenza Un progetto di comunicazione fatto in casa e senza alcun competenza in merito può fare più danni che altro, soprattutto se non pianificato, frettoloso o superficiale. Una buona agenzia di comunicazione, invece, ha al suo interno figure professionali dedicate per qualsiasi progetto di comunicazione e un bagaglio di esperienze tali da farle capire immediatamente, cosa funziona in un settore e cosa invece non funziona, come ci si rivolge o come non ci si rivolge a un target specifico, quando un messaggio pubblicitario è forte e quando invece è debole, oppure cosa cambierà nel modo di fare comunicazione nei prossimi cinque anni.

by Valeria Arena on Apr 9, 2017 1:56 pm No Comments

Non è mai bello parlare di differenza di genere quando si affronta il tema dei diritti civili e della libertà di espressione, ma quello che sta accadendo in Medio Oriente e in Nord Africa negli ultimi anni spinge a una necessaria riflessione sulla presenza, in costante crescita, e sul ruolo delle donne tra gli attivisti politici. Ed è questo il senso dell’incontro che ha visto riunirsi e confrontarsi a Perugia Maryam – Al Khawaja , attivista dei diritti civili nata in Bahrain, Sophia Webster Delphine booties Black farfetch neri Camoscio q1XJvm
, giornalista di inchiesta per TWIN SETSIMONA BARBIERI Ciabatte donna ghiaccio quellogiusto grigio Pelle a0m1I
(Organized Crime and Corruption Reporting Project, una piattaforma giornalista dedicata proprio al giornalismo investigativo), e Khadija Ismayilova , giornalista azera conduttrice di Free Radio Europe/Radio Liberty, in collegamento Skype.

Ognuna di loro ha fornito una testimonianza importante e significativa sulla propria esperienza come militante dei diritti civili e giornalista investigativa, condividendo col pubblico gli abusi e i soprusi subiti da parte dei governi.Khadija, per esempio, è stata spiata attraverso telecamere piazzate dentro la sua abitazione e successivamente minacciata, oltre che arrestata per la pubblicazione di un’inchiesta sulla corruzione del potere azero e condannata per il suo lavoro in radio. Al momento, infatti, non le è permesso lasciare l’Azeirbaijan: “Amo il mio paese, amo la mia città, amo la mia famiglia, ma l’impossibilità di viaggiare rende il paese una prigione”.

Maryam, invece, si è rifugiata in Danimarca perché non può più fare ritorno in Bahrein. Su di lei grava una condanna che le ha reso il mondo più piccolo. È costretta infatti a evitare i paesi in cui è ammessa l’estradizione e a dichiarare di essere una criminale, condannata per aver aggredito un poliziotto, ogni volta che le serve un visto. “In Medioriente e Nord Africa – ha esordito– si stanno restringendo gli spazi di società civile e la situazione sta costantemente peggiorando. In tutto il resto del mondo si parla solo di estremismo e fondamentalismo, è un circolo vizioso che non fa altro incrementare l’estremismo. Ci stanno privando anche dei nostri diritti in Europa in nome dell’antiterrorismo”.

“L’accesso è un tema di cui dovremmo sempre parlare – ha aggiunto Maryam – il diritto all’accesso è un tema importante, perché i nostri governi stanno cercando in tutti i modi di limitarlo. Non tutti gli attivisti possono viaggiare e partecipare a eventi come questo”.

Maryam ha focalizzato l’attenzione anche sul ruolo di attivista e reporter: “La credibilità è la cosa più importante che abbiamo. I governi stanno imparando a utilizzare i nostri strumenti, quelli che abbiamo sempre usato per il nostro lavoro, come i social media, contro di noi, creando campagne di diffamazione. Togliendoci la libertà di espressione”.

Sandali in Suede glamood rosa Camoscio vRyO7

MyBlog
ESPRESSIONEDELPENSIERO

GLORIA A GESU' CRISTO!IO STESSO PASCERÒ LE MIE PECORE, E IO STESSO LE FARÒ RIPOSARE, DICE IL SIGNORE, L'ETERNO.Ezechiele 34:12 Come un pastore va in cerca del suo gregge il giorno che si trova in mezzo alle sue pecore disperse, così io andrò in cerca delle mie pecore, e le ritrarrò da tutti i luoghi dove sono state disperse in un giorno di nuvole e di tenebre; 13 e le trarrò di fra i popoli e le radunerò dai diversi paesi, e le ricondurrò sul loro suolo, e [...]

video

Lo rivela l'ambizioso legale della pornostar Stormy Daniels

Don Paolo Glaentzer, il prete arrestato nel Fiorentino per violenza sessuale su una bimba di 10 anni, avrebbe potuto commettere altri abusi verso la piccola se non fosse stato fermato anche perchè lui era convinto, come ha detto quasi giustificandosi, che “avesse qualche anno in più, tipo 14, 15 anni”. Parole che, insieme all’arresto in flagranza (il 70enne ha corso anche il rischio di essere linciato dai vicini che lo avevano sorpreso in auto) avevano [...]

MyBlog
Jimmy Choo Sneakers Norway Blue farfetch grigio Cotone 3HMe241qE

L'ex attrice Brigitte Nielsen un’intervista rilasciata al magazine “People” racconta come e perché è diventata mamma per la quinta volta ad un'età avanzata. "Quando ho incontrato Mattia Dessi, l'attuale compagno,abbiamo deciso insieme di congelare gli ovuli per il nostro futuro insieme.". E dopo dieci anni di tentativi e fecondazioni in vitro il 22 giugno è finalmente nata Frida. "Un figlio a 55 anni. Capisco che le persone possano essere scettiche. Ma [...]

Skechers Go Walk LiteImpulse amazonshoes grigio 6MFnXdGBw

le sabbie del tempo sono erose dal fiume del cambiamento costante

lunedì 2 giugno 2008

L'evoluzione della specie prevede che se un gruppo di animali (o vegetali) si è evoluto da una forma di vita molto diversa dovranno per forza essere esistite delle forme intermedie fra l'originale ed il risultato, come pure se due forme di vita possiedono entrambe certe caratterisiche, queste saranno tipiche di un progenitore comune (a parte i casi di evoluzione parallela). Parlo di “gruppo” perchè questo è vero a qualsiasi livello tassonomico, dalla specie al phylum. Queste forme sono definite “anelli di congiunzione”, animali che hanno caratteristiche intermedie fra quelle di due gruppi diversi e che quindi ne provano la stretta parentela. Alle volte più che una specie, abbiamo tutta una serie di forme che attestano una transizione fra un “sistema di vita” ed un altro. Gli anelli di congiunzione sono molto difficili da trovare perchè nell'evoluzione di solito sono sostituiti dalle forme successive, morfologicamente e/o fisiologicamente più adatte Ne consegue che nella stragrande maggioranza dei casi dobbiamo affidarci esclusivamente ai fossili. Sono ormai ben documentate le transizioni tra ungulati terrestri e cetacei ( link ad un mio articolo per chi fosse interessato ), da dinosauri teropodi ad uccelli e quella, lunghissima (oltre 200 milioni di anni), che ha portato da animali di aspetto tipicamente rettiliano ai mammiferi placentati. Questa è l'unica che annovera ancora delle forme viventi, i monotremi (ornitorinco ed echidna), grazie all'isolamento dell'Australia negli ultimi 100 milioni di anni. Sono invece molto più frammentarie le testimonianze del più grande passaggio epocale dei vertebrati, quello da pesci ad anfibi, anche se qualcosa, come vedremo, è venuto fuori. Negli ultimi tempi, oltre alla lunga lista di creature intermedie fra teropodi e uccelli rinvenute nella Cina occidentale e quelle pakistane sull'evoluzione dei cetacei, ci sono state tre scoperte importanti, due paleontologiche e una genetica. Era il 2006 quando nell'artico canadese fu rinvenuto lo scheletro del Tiktaalik Rosae, una creatura lunga circa un metro, di circa 375 milioni di anni fa, intermedia fra pesci e anfibi: il corpo è ancora quello di un pesce, ma ha già un collo distinto - che gli consentiva di muovere la testa - e gli occhi spostati in alto nel cranio. Un'altra caratteristica è la forma delle pinne: quelle anteriori potevano in qualche modo effettuare delle rotazioni per sostenere il corpo. Grazie a ciò l'animale era in grado di sollevarsi dal fondo marino (probabilmente per poter respirare dalla bocca, probabilmente per la scarsa ossigenazione delle acque in cui viveva, come ho scritto in un post precedente . Fra l'altro la ricerca del Tiktaalik è stata un frutto della interdisciplinarietà: gli scienziati sono andati proprio lassù per la presenza di rocce formatesi nell'ambiente ideale per i primi tetrapodi, cioè zone costiere che all'epoca erano nella fascia a bassa latitudine. Qundi la scoperta è stata una sinergia fra geologia stratigrafica, paleontologia e geotettonica (e qui ci sarebbe da riflettere nuovamente su darwinismo e creazionismo....). Una seconda scoperta ha una storia singolare: nel 1995 fu scoperto in Texas una fossile che però rimase dimenticato per diversi anni. Quando fu ripreso, un paio di anni fa, da un team dell'università canadese di Calgary, il professor Jason Anderson ha notato delle caratteristiche particolari. Vecchio di circa 250 milioni di anni Gerobatrachus Hottoni è un anfibio. Gli anfibi sono stati i primi discendenti diretti degli animali come il Tiktaalik attrezzati per camminare, nutrirsi e respirare in aria anziché in acqua e sono i progenitori di tutti gli altri tetrapodi terrestri (rettili, uccelli e mammiferi). Gli anfibi moderni si dividono in urodeli (salamandre), anuri (rane) e apodi (che come i serpenti hanno perso gli arti). Nonostante questa antichità, gli anfibi “moderni” si sono diffusi più recentemente, nel permiano, l'ultimo periodo dell'era paleozoica, sostituendo tutte le forme preesistenti. Quindi la loro diversità è minore di quella che ci si aspetterebbe dalla età di questa classe di vertebrati. Gerobatrachus Hottoni è uno splendido esempio di anello di congiunzione: presenta un corpo da salamandra e una testa che invece assomiglia più a quella di una rana. Quindi viene confermato quanto si suppponeva: che urodeli e anuri sono gruppi evoluti di recente (relativamente parlando....) da antenati comuni Temnospondili (i primi anfibi “moderni”, vissuti tra il carbonifero e il mesozoico medio). Mentre le cecilie hanno avuto origine dai lepospondili, un gruppo diverso di anfibi paleozoici. La terza scoperta è avvenuta studiando e sequenziando il genoma dell'orinitorinco, un mammifero appartenente alla sottoclasse dei Monotremi. I monotremi sono classificati come “mammiferi” perchè hanno il pelo ed allattano i piccoli (sia pure senza dei veri e propri capezzoli), ma contemporaneamente esibiscono caratteristiche rettiliane, come l'unicità degli apparati escretori (senza la divisione fra apparato intestinale e urinario-genitale), la deposizione di uova, la visione a colori etc etc Il mix di caratteristiche mammaliane e rettiliane rende i monotremi unici nel panorama zoologico e, soprattutto, li caratterizza come uno dei pochi esempi di anelli di congiunzione viventi (per chi è interessato, scrissi un post apposito ) Il sequenziamento del genoma ha fornito gli stessi dati (e tra l'altro è una conferma indipendente da quella paleontologica dell'evoluzione. Se da una parte i geni che regolano la produzione del latte sono mammaliani, quelli per la produzione delle uova e quelli sessuali sono più simili a quelli degli uccelli. Attenzione: questo non significa che i monotremi siano l'anello di congiunzione fra mammiferi ed uccelli, ma fra gli antenati dei mammiferi e quelli degli uccelli (e non tiriamo fuori la storia del becco dell'ornitorinco, che non ha nessuna relazione con quello degli uccelli, né come tessuti, né come funzione). Significa solo che tra i vari gruppi di rettili, i mammiferi sono probabilmente più simili e più strettamente imparentati agli arcosauri (coccodrilli, dinosauri ed uccelli) piuttostochè ai sauri o ai serpenti. La portata di questa scoperta è grandissima: dimostra indipendentemente dalla paleontologia e dalla zoologia (e quindi quanto si sapeva di già) la posizione intermedia dei monotremi tra rettili e mammiferi placentati e che l'analisi genetica è in grado di aiutare la ricerca sulla filogenesi delle specie animali supportando la paleontologia, specialmente in assenza di tracce fossili e confermandola ove esistono.
Pubblicato da Aldo Piombino a Alberta Ferretti Mules con ricami a fiore Blue farfetch nYtcb

si poaaono cortesemente avere le fonti dell' ultima cosa che avete detto??

Like what you read? Give RICHARD ROMAGNOLI a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.

  • RICHARD ROMAGNOLI

    TEDx speaker. Scrittore di libri sul benessere tra cui il best-seller “Ho imparato a ridere”. Ideatore del C.A.T.C.H. Nei suoi WORKSHOCK sperimenti la felicità.

  • Responses